A seguito dell’intervento della Commissione Scioperi, che ci ha imposto di modificare lo sciopero di 24 ore da noi programmato.

20/1/2017 dalle ore 14.00 alle ore 18.00

SCIOPERO SEA SPA

  • Contro la chiusura delle mense!
  • Contro l’arroganza di chi decide di spendere soldi per favorire quadri e dirigenti a discapito dell’insieme dei lavoratori!

La Sea dal 1° dicembre ha chiuso le mense aziendali di Linate e del Terminal 2 di Malpensa, nelle giornate sabato, domenica, in tutte le festività e le ha chiuse anche per i turni serali.

Contemporaneamente, Sea spa ha deciso un investimento per 1,4 milioni di euro per ristrutturare le mense, che inevitabilmente saranno solo utilizzate per i lavoratori amministrativi per i quadri ed i dirigenti. Lavori che hanno già  portato un netto miglioramento sia estetico che di sostanza della mensa di Linate.

Da anni assistiamo all’attacco delle condizioni di lavoro negli aeroporti Milanesi.

Con queste scelte del gestore aeroportuale, si va nella stessa direzione, con lavoratori turnisti che saranno costretti ad un panino di corsa o a ricorrere alle convenzioni, mentre si spendono soldi per abbellire le mense per impiegati amministrativi, quadri e dirigenti aziendali.

I CONFEDERALI ABBANDONANO LA LOTTA!

Dopo la grande riuscita a Linate dello sciopero del 15/12/2016, cgil-cisl-uil-ugl-flai, hanno deciso di accettare il progetto aziendale.

Prendiamo atto che:

  • le OOSS confederali, avallano le scelte di Sea e abbandonano la lotta, senza nessuna consultazione e senza la scusa che i lavoratori sono passivi, ma anzi dopo un riuscito sciopero di 4 ore che ha bloccato Linate;
  • la Sea, fregandosene dei lavoratori turnisti, procede con la ristrutturazione delle mense, spende soldi della collettività, per mense aperte solo a pranzo e nei giorni feriali;
  • da parte nostra, non riscontrando nessuna rilevante modifica dei piani aziendali, continueremo con le azioni di lotta, in difesa della mensa, per tutti i lavoratori.