CARGO MALPENSA:

GRAVE INCIDENTE!

Questa mattina al cargo di malpensa presso MLE è avvenuto un grave incidente ad un camionista, travolto e schiacciato da un carrello su cui operava un lavoratore della coop Coros.

Questo grave incidente, è la conseguenza di una situazione ormai insostenibile, che vede il maggior scalo aeroportuale Italiano,  con il continui aumenti record dei voluti di traffico merci, senza regole e senza garanzie lavorative per chi vi opera.

-- Ricordiamo soltanto che due giorni fa l’Asl, dopo numerose nostre segnalazioni, è intervenuta presso la coop Coros per verificare e controllare tutti i mezzi che li vi operano, riscontrando parecchie anomalie ed imponendo alla coop. l’immediata sistemazione della situazione.

-- Ricordiamo che il prossimo 7 marzo riprenderà il processo penale contro i vertici della coop Airservice, che ha operato a malpensa fino al 2012, accusati di truffa e illecita interposizione di manodopera.

-- Ricordiamo che la coop NCL, che opera presso Alha, da mesi si rifiuta di riammettere al lavoro i lavoratori che a detta loro non sanno bene la lingua Italiana, nonostante le sentenze del tribunale di Busto A. che gli impone il reintegro oltre alle sentenze per attività antisindacale perse.

-- Ricordiamo che sempre al cargo di Alha, in base all’intervento degli Ispettori del Lavoro, ben 300 lavoratori hanno le buste paga decurtate, e non rispettose di quanto previsto dal ccnl, ed anche qui le aziende non vogliono regolarizzare la situazione.

-- Ricordiamo le decine di denunce alle autorità competenti, da noi inoltrate in questi anni, per lavoro nero, contributi non versati, licenziamenti illegittimi, busta paga non regolari, mancato versamento contributivo e di tfr, ecc. ecc.

Questa è la situazione in cui si opera tutti i giorni al Cargo, che vede le autorità che debbono controllare la situazione, spesso assenti, come nel caso del’illegittimo subappalto che le società, MLE, ALHA e BETA TRANS fanno a consorzi  gestori di cooperative spesso semplici contenitori di manodopera e senza nessuna autonomia. Subappalto fatto anche contro le norme Enac che prevedono il 30% come massimo di attività da subappaltare.

Oltre ad essere vicini al camionista coinvolto, ci auguriamo che non avvenga il classico scaricabarile nei confronti del lavoratore della coop Coros, ma che questo incidente serva finalmente a ristabilire legalità, diritti e sicurezza per chi opera al cargo di Malpensa.

 

8 marzo sciopero delle donne in più di 30 Paesi del mondo!

se non valgo non produco!

interrompiamo ogni attività produttiva e riproduttiva (lavoro di cura, lavoro domestico, bella presenza, pazienza e sopportazione…)

L’Italia è il fanalino di coda dell’uguaglianza di genere sul lavoro: nella graduatoria mondiale (G.G.G.R. 2016, riferito a 144 paesi)  è al 127° posto per disuguaglianza salariale. Le lavoratrici guadagnano in media il 30% in meno dei colleghi maschi, perché il nostro tempo è assorbito da un doppio lavoro che gli uomini in gran parte non condividono.

Leggi tutto...

 

Importi Cig e Naspi anno 2017

I valori per il 2017 sono rimasti uguali a quelli del 2016 e del 2015. La nuova legge sugli ammortizzatori sociali dice che i valori vengono rivalutati sulla base del 100% dell’indice istat. Ma essendo in deflazione ciò non ha comportato aumenti.

Importi Cig

Retribuzione

lorda

Retribuzione al

Netto dei contributi

Previdenziali (5.84%)

971,71

914,96

Per retribuzioni fino a 2.102,24 mensili

1166,05

1097,95

edilizia

1.167,91

1.099,70

Per retribuzioni oltre 2.102,24 mensili

1401,49

1319,64

edilizia

I valori sono gli stessi per tutti i tipi di Cig: ordinaria, straordinaria e in deroga

Mobilità

Dal 1 gennaio 2017 non esiste più. Se in presenza di accordi di mobilità fatti nel 2016 con decorrenza nel 2017 la mobilità viene automaticamente trasformata in Naspi.

Per le mobilità già in essere alla fine del 2016 gli importi sono gli stessi della Cig per il primo anno e sono pari all’80% dal secondo anno in poi, ma non c’è più la contribuzione previdenziale del 5,84%

Naspi

E’ rapportata alla retribuzione media mensile degli ultimi 4 anni ed è pari al 75% per retribuzioni fino a 1.195,00 € mensili, incrementata del 25% degli importi eccedenti.

In ogni caso la Naspi non potrà superare 1.300 € mensili lordi .

L’indennità diminuirà del 3% al mese a partire dal quarto mese.

Ciò significa che dopo un anno la naspi diminuirà del 27% e alla fine del secondo anno diminuirà del 63%

Dis-Coll

L’importo di riferimento per il calcolo è di 1.195,00 € come la naspi. In ogni caso la dis-coll non potrà superare le 1.300,00 € lordi

È necessario rivendicare che il valore della Cig e della mobilità e della Naspi  sia pari realmente all’80% della retribuzione.

 

ORARI LAVORO IN AVIAPARTNER:

IMPORTANTE SENTENZA DELLA CORTE D’APPELLO DI MILANO!

Lo scorso dicembre, la Corte di Appello di Milano, con una sentenza su causa promossa dalla Filt-Cgil, ha dichiarato antisindacale il comportamento di Aviapartner, nell’aver imposto ai propri dipendenti, in occasione del passaggio da part-time a full-time, orari anomali e non concordati con il sindacato.

Leggi tutto...

 

23/2/2017 SCIOPERO

di tutti i lavoratori di Linate e Malpensa,  in sintonia con le altre organizzazioni sindacali di base:

  • Sea per l’intera giornata
  • Airport malpensa l’intera giornata
  • Airport linate dalle 14.00 alle 18.00

BASTA

  • contro la chiusura delle mense
  • contro gli orari di lavoro non contrattati
  • per l’adeguamento organici
  • contro l’introduzione del MOG
  • per il passaggio da part-time a full-time
  • per l’allestimento delle salette consumazione pasti
  • per la programmazione ferie estive
  • per turni di lavoro concordati
  • contro pause break a ridosso fine turno
  • per negoziare il trasferimento BHS Linate in Sea spa

Perché si affrontino le problematiche del reparto security e per i tentativi aziendali di outsourcing dei sistemi informativi

 

AIRPORT H:

CRONACA DI UN FALLIMENTO?

Siamo ormai ad oltre due anni e mezzo dalla nascita di Airport h., ed a pochi mesi dalla possibile vendita di un altro 40%, che porterebbe a 70%, la quota di Dnata.

Un bilancio da parte dei lavoratori è doveroso.

PESSIMI RAPPORTI SINDACALI!

Ormai con la direzione aziendale non è possibile discutere di niente, registrando di conseguenza l’impossibilità ad affrontare ogni questioni poste dai lavoratori.

  • Totale abbandono della possibilità di una pausa mensa, sulla questione dei 30 minuti di pausa, sui punti di ristoro ed anche sulla predisposizione di salette per consentire un pasto caldo ai lavoratori.
  • Introduzione del MOG e massiccio utilizzo dei lavoratori interinali, introduzione di ogni tipo di orario, attacco ai cambi turno tra lavoratori, tutto in funzione del risparmio a tutti i costi, ai danni dei lavoratori e delle lavoratrici che debbono sottomettere la loro vita privata all’organizzazione lavorativa aziendale.
  • Totale indisponibilità alla trasformazione dei contratti da part-time a full-time.
  • Mancato rispetto delle “promesse” fatte all’atto del passaggio da Sea H. ad Airport H., con l’introduzione del premio aziendale e con la ridistribuzione di eventuali utili aziendali.
  • Indisponibilità alla risoluzione dei problemi relativi ai lavoratori esentati, con personale che per “privilegi sindacali” e senza nessuna documentazione medica è considerato esentato, mentre altri con documentazione medica viene invece lasciato su postazioni inidonee per loro salute.
  • Continuo sub appalto delle segreterie, con la conseguente poco trasparente gestione di orari e turni, con privilegi ai soliti.

Se a tutto questo poi aggiungiamo che in due anni e mezzo siamo al terzo responsabile del personale che si succede alla guida della società, non possiamo che registrare negativamente l’operato dei vertici di Airport h..

Se questo è il frutto della “privatizzazione”, alla vigilia della cessione di un altro 40% delle azione a Dnata, con la conseguente privatizzazione, il nostro giudizio non può che essere negativo.

Facciamo sapere ai dirigenti Airport che  occorre dare una soluzione ai problemi dei lavoratori.

giovedì 23 febbraio sciopero

dell’intera giornata.

 
Chi è online
 59 visitatori online