SETTIMALOGISTICA: accordi, vertenze e volantini

Cargo Malpensa e Linate

I SOLITI RICATTI, PER FAR ACCETTARE TUTTO,
E FAVORIRE UNA COOP DELLA COMPAGNIA DELLE OPERE ?

DOPO LA NOSTRA DENUNCIA DI VENERDì SCORSO, SULLA PROCEDURA PER LICENZIARE 260 LAVORATORI DI MALPENSA E LINATE, SIAMO AI RICATTI.

DOPO UNA TRATTATIVA INIZIATA DOMENICA ALLE 16 E PROTRATTASI FINO AL TARDO POMERIGGIO DI OGGI, CON LA PRESENZA DEI SOLI SINDACATI CONFEDERALI, MLE HA DECISO DI CONVOCARE SOLO UNA PARTE DEI 260 LAVORATORI, PER OBBLIGARLI A FIRMARE UN CONTRATTO DI LAVORO, PRIMA ANCORA DELLA SCADENZA DELL’APPALTO, PER “INCONTRO SOCIETA’ COOPERATIVA” DI ARONA, LEGATA ALLA COMPAGNIE DELLE OPERE, IN CAMBIO DELLA SANATORIA DI TUTTO IL PASSATO CON UNA BUONAUSCITA, BONTA’ LORO, DI 250 EURO LORDI.

INOLTRE NEI CONTRATTI DI ASSUNZIONE, VIENE IMPOSTO IN MODO ILLEGALE, UN PERIODO DI PROVA DI TRE MESI, UN LIVELLO INFERIORE DI INQUADRAMENTO E UNA RIDUZIONE DELL’ORARIO A 20 O 30 ORE SETTIMANALE.

TUTTO Ciò è INACCETTABILE !
LE NORME DICONO CHIARAMENTE CHE TUTTI I LAVORATORI DEBBONO ESSERE ASSUNTI, CON LE STESSE CONDIZIONI DELL’APPALTO PRECEDENTE E SENZA DOVER FIRMARE LIBERATORIE ALLA SOCIETA’ COMMITTENTE.(mle)

SEMBREREBBE CHE ALCUNI SINDACATI CONFEDERALI, ABBIANO FIRMATO QUESTE PORCHERIE, SEMPRE CON IL SOLITO FINE DI ASSICURARSI LE AGIBILITA’ SINDACALI DI SEA.

DI TUTTO Ciò COSA NE PENSANO I RESPONSABILI DEGLI SCALI MILANESI?

 

CARGO DI MALPENSA E LINATE,
AIR SERVICES VUOLE LICENZIARE
260 LAVORATORI

Con una lettera del 9 giugno scorso, Air Services Società Cooperativa ha annunciato l’intenzione di aprire la procedura per la mobilità, e quindi di licenziare tutti i 260 soci lavoratori.
Nelle motivazioni per il licenziamento si legge: “causa le condizioni economiche dell’appalto economicamente non sostenibili”
Air Services è una cooperativa che si occupa del carico e scarico merci a Malpensa per l’ex MLE ora Argol.
Siamo di fronte all’ennesimo attacco ai lavoratori di Malpensa e Linate, con il solito “giochino” che viene fatto nelle cooperative, si dice di voler chiudere e licenziare, per poi far arrivare un'altra cooperativa, magari dello stesso consorzio, con il chiaro obiettivo di rinegoziare l’appalto, con decine se non centinaia di lavoratori in meno.

Ricordiamo che a fine 2009, la Sea proprietaria di Mle ha venduto il 75% delle azioni ad Argol per la somma di 11 milioni di euro.
Argol Spa, con un comunicato dichiarava “Argol conferma così la sua strategia di potenziamento nell'aerocargo italiano, avviata nel dicembre 2007 con l'acquisizione di ADR Cargo, che gestisce l'handling merci a Fiumicino, per 1,5 milioni di euro. La società appartiene al gruppo Bonzano di Casale Monferrato, nata a metà degli anni Settanta per servire alcune esigenze logistiche inbound della Fiat. Oggi, Argol ha piattaforme logistiche in diverse località italiane ed europee (Polonia, Ungheria, Romania, Russia, Egitto, Turchia e Brasile), con superficie coperta di 115mila metri quadrati. La società opera anche nell'intermodalità ferroviaria e nel trasporto stradale, con 200 trattori e 300 semirimorchi. I dipendenti sono quattromila.”


Tutto ciò è inaccettabile, anche in vista di quello che potrebbe succedere tra alcuni mesi per l’abbandono di Lufthansa Italia e le conseguenze occupazionali per i lavoratori di Sea Handling e di Globe Ground.
Chi gestisce gli scali Milanesi, come al solito, quando si tratta dei problemi dei lavoratori, fa finta di niente, come se questi problemi non ci sono.

24 giugno 2011

 

Spett.le Airservices Soc.Coop
Fax. 02/58585346

 


Oggetto: Imp. Contr. Tras. Verb. DPL 13.9


In riferimento alla vostra comunicazione dell’8-10-2010, ed al prospetto di busta paga stampato il 7/10/2010 alle ore 8.44, prima di autorizzarvi alla trattenuta di euro 148,05 in busta paga, vi chiedo formalmente copia del verbale della DPL in oggetto.

Distinti saluti,

Gallarate 29/10/2010


   Cub Trasporti

 

 

Nuovo stop ai voli nel Nord Italia, migliaia di passeggeri a terra
ed i lavoratori senza stipendio !