COMUNICATO PER I LAVORATORI EX SEA, di AIRPORT H.:

CONCILIAZIONI CON SEA H.

Numerosi lavoratori stanno ricevendo questo messaggio telefonico:

“nelle prossime settimane sarà contattato da segreteria operativa per incontro con risorse umane per firma verbale di conciliazione.

Sea handling in liquidazione.”

 

L’accordo 4/6/2014, bocciato dai lavoratori nel referendum prevedeva :

6) nei confronti dei lavoratori che abbiano risolto consensualmente il rapporto di lavoro ai sensi del precedente par.5, SEAH riconoscerà un importo aggiuntivo alle attribuzioni economiche dovute ai sensi di Legge o di Contratto, all’espresso titolo di licenziamento all’esodo, previa sottoscrizione di un apposito verbale di conciliazione ex art 410 o 411 c.p.c., che conterrà anche la rinuncia a qualsiasi pretesa comunque derivante dal rapporto di lavoro risolto.

Detto importo, di misura pari a due mensilità lorde (calcolate secondo i criteri di computo previsti in allegato), sarà corrisposto il mese successivo a quello della sottoscrizione del verbale di conciliazione di cui sopra, che dovrà avvenire entro il 31/10/2014.

Come certo è noto a tutti voi, tale accordo è stato poi rifirmato il 15/7 presso Arifl dalle stesse OO.SS che avevano sottoscritto il primo testo con la “precisazione” che le mensilità sarebbero state 2,5.

Ai lavoratori che intendono conciliare rinunciando a qualsiasi contenzioso presente e futuro con Sea h., attraverso una conciliazione così detta “tombale”, sarà dunque riconosciuto un indennizzo pari a 2,5 mensilità soggette alla medesima tassazione del tfr. Queste mensilità sono ovviamente in aggiunta a tutte le spettanze di fine rapporto (tfr, ferie, festività ecc.).

I lavoratori che hanno dei contenziosi con Sea h., e che intendono conservare il diritto di agire contro questa società devono dunque sapere che se firmano questo tipo d'accordo non potranno proseguire o iniziare nessuna causa contro questa società, salvo che non ottengano di poter far inserire nel verbale una apposita riserva circa la loro particolare vicenda.

Ovvio che chi non firmerà non avrà diritto alle due mensilità e mezzo previste e manterrà inalterato il suo rapporto di lavoro con Airport h. .

La conciliazione, avverrà in presenza di due conciliatori: uno di parte datoriale (unione industriale) uno di parte sindacale. Ogni lavoratore ha diritto di farsi assistere da un conciliatore sindacale di sua scelta, se non sceglie si troverà uno dei sindacati firmatari.

La Cub Trasporti, mette a disposizione di tutti i lavoratori che lo richiedano, gratuitamente un suo conciliatore.

16/9/2014                                                                cub trasporti

Alleghiamo fax simile da consegnare ai nostri delegati o da inviare Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Spett. Sea H. spa

e p.c.       Spett. Cub Trasporti

Oggetto: conciliazione

La/il sottoscritta/o, ………………………………………………………….. in riferimento alla vostra proposta conciliativa concernenti le 2,5 mensilità di incentivo all'esodo, chiedo l'assistenza di  un conciliatore di  Cub Trasporti  per la sottoscrizione del previsto verbale.

data……………………………

firma………………………………..