SEA: accordi, vertenze e volantini

 

GLI ADDETTI CHECK-IN DI SEA SONO SEMPRE PIU' PERPLESSI

Leggi tutto...

 

 

VENERDì 5 NOVEMBRE 2010 ALLE ORE 15.00 PRESSO LA SEDE DI GALLARATE VIA PASUBIO 8 E’ CONVOCATA LA RIUNIONE DI TUTTI GLI ISCRITTI CUB TRASPORTI SU: 

  • ELEZIONI RSU IN SEA, GLOBE GROUND E HUPAC
  • SITUAZIONE LAVORATORI AREA 1 DEL TERMINAL 2 MALPENSA
  • INIZIATIVE DI LOTTA  PER UNA TANTUM CONTRATTUALE, BUSTE PAGA LAVORATORI PART-TIME E ASSUNZIONE LAVORATORI COOPERATIVE CARGO MALPENSA 

28/10/2010                                                                           CUB TRASPORTI

 

 

ELEZIONI RSU SEA:

IN VISTA L’ENNESIMO RINVIO

Si è tenuto ieri l’incontro, convocato da Cgil-Cisl-Uil, fra tutte le organizzazioni sindacali presenti in Sea, per la preparazione delle elezioni previste per il 23/24/25 novembre prossimo.
Alla presenza di tutte le sigle sindacali, Cgil-Cisl-Uil hanno presentato un documento di “bozza regolamento  rsu del gruppo Sea”, che qui di seguito alleghiamo.

Leggi tutto...

 

rsu Sea:

CONVOCATA PER IL 26 OTTOBRE ALLE ORE 15

PRESSO LE SALETTE SINDACALI AL T1

RIUNIONE DI TUTTE LE O.O.S.S. PER ELEZIONI RSU SEA

 

Sea, utili record nel primo semestre

A due anni dall'addio di Alitalia, Malpensa e Linate sono riuscite a voltare pagina. All'appello mancano ancora un po' di passeggeri, ma «i numeri sono quelli di una realtà in crescita». Lo ha detto ad Affari&Finanza di Repubblica il presidente di Sea, Giuseppe Bonomi, aggiungendo che sono aumentate le compagnie che atterranno a Milano: «Siamo passati da 77 a 110 garantendo molta più concorrenza ai passeggeri» che sono aumentati del 7,4% a Malpensa da inizio anno. Migliorano anche i dati di bilancio: «Il primo semestre si è chiuso con un 15,1 milioni di utile, ben più degli 8,9 milioni dello scorso anno su cui tra l'altro pesavano alcune entrate straordinarie». Il secondo semestre starebbe andando ancora meglio e il ritorno al dividendo sembra un po' più di una ipotesi. «Persino Linate, ora che Alitalia pratica una politica più aggressiva, ha ripreso a crescere con un +5,1% a settembre».
Martedì, 12 Ottobre 2010

 

Malpensa:


• AI LAVORATORI ADDETTI AL CHECK-IN, “NON E’ AMMESSO CONSIGLIARE”  I PASSEGGERI.

Da qualche giorno Sea sta distribuendo ai lavoratori una “comunicazione di servizio”, per il personale addetto agli imbarchi Easyjet, che ricorda le varie regole che compongono la policy bagaglio mano. (vedi allegato)
Nella comunicazione Sea, viene precisato che il passeggero Easyjet può avere uno e un solo bagaglio a mano (ombrello, macchine fotografiche e marsupio sono già da considerare come tali!) e all'addetto di check-in è vietato suggerire al passeggero soluzioni per sanare la sua posizione irregolare; inoltre si chiede all'addetto che imbarca di effettuare un controllo preventivo dei bagagli a mano prima di iniziare l'imbarco stesso, passando tra le persone che sostano nella zona del gate assegnato.
Si precisa inoltre che l’attuazione di tutto ciò sarà verificata dal RIT (RESPONSABILE AZIENDALE) e a campione anche dallo staff Easyjet, che prenderanno provvedimenti disciplinari nei confronti di chi non rispetta questa disposizione aziendale.
Da mesi la situazione dei lavoratori addetti al check-in del terminal 2 di Malpensa (Easyjet) è insopportabile. Discussioni, litigi, spintoni e risse tra lavoratrici e passeggeri, per il bagaglio a mano. Carenza di personale, aggressioni fisiche, mancata concessione delle pause per esigenze fisiologiche, controllo documenti particolareggiato, frequenti cancellazioni di voli serali quando il personale in turno è scarso e ci si affida alla buona volontà di molti che si fermano in straordinario.
Ora però le gerarchie aziendali hanno veramente toccato il fondo.
Queste disposizioni aziendali, hanno l’unico scopo di far pagare il supplemento bagaglio ai viaggiatori, che per un semplice marsupio o altri piccoli oggetti, debbono pagare un supplemento bagaglio (20 euro ed oltre). 
2010-10 comunic Sea bagagli.PDF

 

Malpensa:

L’11% di aumento dei passeggeri,
coperto con 1,5 ore di straordinario al giorno per dipendente Sea!

Leggi tutto...

 

 

VENERDI'  24 SETTEMBRE 2010 ALLE IMG_3147.JPG - 4.34 MbORE 15.30 PRESSO LA SEDE DI GALLARATE VIA PASUBIO, 8
ASSEMBLEA CUB TRASPORTI, PER DISCUTERE:
 

  • ELEZIONI RSU 
  • CCNL TRASPORTO AEREO
  • VERTENZE LEGALI IN CORSO
  • SITUAZIONE MALPENSA

cub trasporti Varese

 

RSU SEA:

RIUNIONE SINDACATI DI BASE PER DEFINIRE LA POSSIBILITA' DI UNA LISTA COMUNE

Lunedì 6/9/2010 alle ore 15, al T1 riunione tra i rappresentanti di Slai-Cobas, USB, Cisal e Cub Trasporti, per le elezioni delle RSU/RLS in Sea che si terranno a novembre.

 

Sea:

CHI LA DURA LA VINCE,  ATTO SECONDO

Con il comunicato aziendale n°16/2010, il 28/7, la Sea ha annullato il precedente comunicato del 21/4/2010, in cui negava la possibilità alle lavoratrici madri, che usufruivano delle due ore di allattamento, di utilizzare la mensa durante l'orario di lavoro.
Questo problema era stato sollevato dalla nostra organizzazione, sia con una lettera formale a Sea, sia con un comunicato a tutti i lavoratori.

Sea, ad un incontro, ha cercato di negare l’esistenza del problema, ma ora di fronte all'apertura della vertenza presso il Ministero del Lavoro di Varese, fatta dalla nostra organizzazione, ha pensato bene di riconoscere questo sacrosanto diritto delle lavoratrici madri.

ALCUNE CONSIDERAZIONI:

1. Dopo aver costretto Sea al riconoscimento della “una Tantum” contrattuale ai lavoratori ex precari e stabilizzati, anche questa vicenda dimostra che Sea se incalzata dai lavoratori, è costretta a riconoscere i loro diritti.

2. Resta comunque ancora aperto il risarcimento alle lavoratrici per i mesi di mancata pausa mensa.

3. Tutti quelli che polemizzano con la nostra organizzazione, dicendo che privilegiamo sempre le cause legali e non il confronto, ricordiamo che è stato il Dott. Castoldi durante un incontro con noi, che ha negato la possibilità di una soluzione sindacale, costringendoci di fatto all’azione legale.

CUB TRASPORTI
14 Agosto 2010

 

sea:

Riattivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione ai sensi della legge 146 e successive modifiche.

Leggi tutto...

 

Sea:

CHI LA DURA LA VINCE!

Nelle buste paga di questo mese, i lavoratori ex precari stabilizzati nel 2008, hanno ricevuto la seconda parte dell’una tantum contrattuale.
 
Sulla vicenda dell’anzianità di questi lavoratori, solo la nostra organizzazione con un gruppo di lavoratori, aveva rivendicato il giusto riconoscimento dell’anzianità aziendale, aprendo una vertenza legale.

Leggi tutto...

 

LA SEA COSTRETTA A TRATTARE,
aiutata da Cgil-Cisl-Uil-Ugl-Flai-Usb lo fa col trucco!

Premesso che in Sea i sindacati (tradizionali e gialli) si fanno portare docilmente al guinzaglio dal padrone in cambio (dell’osso) 97.000 ore all’anno di permessi per distacchi a vita, più uffici, computer, telefoni, fax etc.,etc.., è ovvio che quando i lavoratori fanno sentire la loro voce tramite un sindacato non corrotto e quindi non ricattabile, la Sea si ritrova con le spalle al muro, costretta ad affrontare il problema.

Leggi tutto...

 

SEA: DUE PESI E DUE MISURE

 

Leggi tutto...

 

VENERDì 16 LUGLIO ORE 15,30
PRESSO LA SEDE DI GALLARATE
VIA PASUBIO 8
ASSEMBLEA DEI LAVORATORI SEA, SU:

• SITUAZIONE LAVORATORI T2
• ANZIANITà EX PRECARI ED UNA TANTUM CONTRATTUALE
• RICONOSCIMENTO PAUSA MENSA LAVORATRICI MADRI
• SITUAZIONE SEA H.
• ELEZIONI RSU

CUB TRASPORTI

 

Sea T2 Malpensa:

PER I PASSEGGERI IL CLUB INTELLIGENTE
PER I LAVORATORI DISAGI INSOPPORTABILI

Leggi tutto...

 

2010-07-01 acc Sea anz precari .pdf

 

2010-06-28 acc sea mobilit.PDF

 

Sea mente sapendo di mentire!

Con una nota a varesenews, la direzione del personale Sea H., risponde ad un suo ex lavoratore che su Youtube ha denunciato la sua situazione di disoccupato e la lotteria del lavoro precario. (vedi art sotto)
Sempre Sea H. risponde anche a noi.
Non esiste nessuna norma che prevede una soglia di 36 mesi di lavoro per l’apertura del contenzioso. Infatti parecchie sentenze, per palesi violazioni legislative e contrattuali di Sea, hanno reintegrato lavoratori anche con pochi mesi di lavoro. La stessa Sea, in questi anni ha siglato accordi sindacali, che prevedono la trasformazione dei contratti da precari a fissi, per lavoratori anche con 15 mesi di servizio.
La direzione Sea, dalle parole del Dott. Crespi, ha più volte spiegato che non avrebbero assunto per periodi di stagionalità, lavoratori che avevano già lavorato in Sea, per evitare con questo, possibili cause legali.
26/6/2010         cub trasporti 

Sea Handling risponde sul lavoro a Malpensa

La società che gestisce i bagagli precisa la sua politica dopo la protesta-video di un ex lavoratore: "L'esperienza per noi è un valore, i migliori ottengono anche contratto a tempo indeterminato"
Sea Handling, la società che gestisce i servizi a terra a Malpensa precisa la propria politica sulle assunzioni di personale, rispondendo alla storia di Gianluca Ariete, che ha raccontato la sua esperienza in un video pubblicato su Youtube. “La persona in questione – spiegano dall'ufficio stampa – non ha mai superato il colloquio, abbiamo selezionato candidati più idonei. Quanto afferma a proposito della politica che penalizzerebbe i lavoratori con più esperienza è falso. La conferma viene dal fatto che vi sono lavoratori con esperienza alle spalle che sono stati successivamente riassunti”.
Inoltre Sea Handling fa notare che la soglia prevista per l'apertura del contenzioso per l'assunzione a tempo indeterminato è di 36 mesi (mentre il lavoratore aveva alle spalle solo otto mesi di lavoro). L'azienda, rispondendo anche alle critiche dei sindacati di base, ribadisce inoltre che non ha assunto lavoratori interinali negli ultimi due anni e che degli stagionali “Summer 2009” numerosi sono stati riassunti anche per Summer 2010. “Sea Handling considera sempre i suoi lavoratori migliori per l'assunzione a tempo indeterminato”. 25/6/2010 varesenews

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sea Handling risponde sul lavoro a Malpensa

Con una nota la società precisa la sua politica dopo la protesta-video (qui sotto riportata) di un ex lavoratore: "L'esperienza per noi è un valore, i migliori ottengono anche contratto a tempo indeterminato"
Sea H., precisa la propria politica sulle assunzioni di personale, rispondendo alla storia di Gianluca Ariete, che ha raccontato la sua esperienza in un video pubblicato su Youtube. “La persona in questione – spiegano dall'ufficio stampa – non ha mai superato il colloquio, abbiamo selezionato candidati più idonei. Quanto afferma a proposito della politica che penalizzerebbe i lavoratori con più esperienza è falso. La conferma viene dal fatto che vi sono lavoratori con esperienza alle spalle che sono stati successivamente riassunti”.
Inoltre Sea Handling fa notare che la soglia prevista per l'apertura del contenzioso per l'assunzione a tempo indeterminato è di 36 mesi (mentre il lavoratore aveva alle spalle solo otto mesi di lavoro). L'azienda, rispondendo anche alle critiche dei sindacati di base, ribadisce inoltre che non ha assunto lavoratori interinali negli ultimi due anni e che degli stagionali “Summer 2009” numerosi sono stati riassunti anche per Summer 2010. “Sea Handling considera sempre i suoi lavoratori migliori per l'assunzione a tempo indeterminato”.

La direzione Sea, mente sapendo di mentire, in tutti gli incontri sindacali, la teoria aziendale di assumere con contratto a termine lavoratori senza anzianità aziendale, è stata più volte ribadita. Inoltre non esiste una soglia di 36 mesi di lavoro per attivare il contenzioso per l'assunzione. infatti con le sentenze ci sono lavoratori con 10 mesi di servizio, per palese violazione delle norme contrattuali e normative da parte di Sea, che hanno ottenuto il reintegro al lavoro. Inoltre la stessa Sea ha siglato accordi sindacali che riconoscono la trasformazione del contratto da precario a fisso, per lavoratori con 18 mesi.  

cub trasporti malpensa

 

SEA H. Malpensa: Troppa esperienza,

non lo assumono per paura di cause legali

"Ho lavorato otto mesi allo smistamento bagagli, non mi assumono perchè hanno paura che chieda il posto fisso" 
Un tempo l'esperienza nel lavoro era un valore, oggi invece è diventato un ostacolo. L'ultimo racconto, nel grande libro che narra il lavoro precario in Italia, è quella di Gianluca Ariete, un (ex) lavoratore di Malpensa che ha deciso di raccontare in un video su Youtube la sua storia paradossale: dopo mesi di lavoro allo smistamento bagagli e dopo un anno di disoccupazione, è stato scartato ai colloqui perchè troppo esperto. «Ho fatto il colloquio con Sea Handling, negli uffici del Terminal 2, per lavorare nello smistamento bagagli» spiega Ariete nel video su Youtube, pubblicato dal canale di Viva Via Gaggio.  
http://www.youtube.com/watch?v=sjb8KBBo3Fw

 
Altri articoli...