La qualità dell'aria nel Parco del Ticino desta preoccupazione.

Almeno secondo i dati dello studio commissionato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Nel mirino in particolare l’area attorno a Malpensa per significativi livelli di inquinamento per ozono e ossidi di azoto. L’indagine si riferisce al periodo luglio-novembre 2010 e si confronta con i dati di settembre 2000 quando venne realizzato uno studio analogo. “Da questa comparazione – commentano gli autori dello studio  – emerge che la concentrazione media di ozono è tendenzialmente aumentata nelle stazioni a nord del Parco, ovvero Sesto Calende e Turbigo, mentre è lievemente diminuita nella zona centrale, a Castano Primo e Magenta”.
Anche gli ossidi di azoto sono elevati nell’area attorno a Malpensa e sporadicamente attorno all’autostrada A4.
 

www.lamiaaria.it