Quotidianamente si verificano rastrellamenti di immigrati in strada, perquisizioni porta a porta, retate sugli autobus, sui treni e negli esercizi pubblici.
Questo tipo di controllo razziale sovente culmina con la reclusione nei CIE: veri e propri lager ( gestiti con la complicità della Croce Rossa Italiana) dove vengono rinchiuse in condizioni disumane persone la cui unica colpa è quella di non avere un documento in regola e di aver cercato una vita migliore nel nostro Paese, in fuga da guerre e povertà.

Il passaggio successivo è quello della deportazione, spesso con gli aerei di linea da Malpensa, così come è accaduto ad alcuni immigrati che hanno  lottato contro la sanatoria truffa.

                
CONTRO IL RAZZISMO, PER CHIUDERE I CIE E FERMARE LE ESPULSIONI  PRESIDIO A MALPENSA, RITROVO Palazzina ENAC Terminal 1.

SABATO 18 DICEMBRE DALLE 14.30

ALCobas-cub