HUPAC

DOPO 16 MESI DI LOTTE LA CUB HA SIGLATO GLI ACCORDI HUPAC!

ACCORDO MAGGIORAZIONI E STRUTTURA SALARIALE. Nel febbraio 2015 la direzione Hupac, aveva comunicato  ai firmatari (cgil,cisl,uil), la formale disdetta di tutti gli accordi aziendali. Da quel momento i confederali avevano siglato alcune ipotesi di accordo che erano state tutte bocciate dai lavoratori interessati.

Con questo nuovo accordo, sottoscritto solo dalla CUB,  da una parte  si è ottenuto  il risultato di riconfermare le maggiorazioni che erano state disdettate compresa anche l’indennità di piazzale.

Infatti con decorrenza 1/7/2016  le erogazioni “ticket presenza e ticket politica retributiva” verranno trasformate,  per chi già le percepiva,  in “indennità funzione” ed “indennità speciale” e in via definitiva perche qualificate come superminimi non assorbibili.

Per i neo assunti le parti si sono impegnate a trovare un diversa intesa entro l’anno.

Con questo accordo quindi, vengono riconfermate sia le maggiorazioni che e l’indennità piazzale come in vigore fino ad oggi, e per le voci “ticket” viene modificata la busta paga ma senza alcuna decurtazione per i lavoratori.

ACCORDO PREMIO DI RISULTATO. Con il nuovo accordo inoltre si  introduce il premio di risultato con il superamento del premio Alsea che avrà una ultima una tantum di 200 euro ad agosto.

Il nuovo premio  verrà calcolato su base semestrale ed avrà un valore economico in base alle movimentazioni complessivamente eseguite divise tra i lavoratori presenti. Con gli attuali volumi produttivi il premio sarà di 690 euro ogni semestre, e sarà corrisposto per un  20% tra tutti i lavoratori che non saranno incorsi in gravi infrazioni di sicurezza e in sospensioni disciplinari e per il  restante 80% sarà in proporzione delle presenze lavorative.

L’accordo prende anche in carico la collocazione dei lavoratori tra lavoratori “IN” (che lavorano al'interno) e “OUT” (che lavorano all'esterno o comunque in piazzale), con la previsione di maggiori parametri di acquisizione del premio per i lavoratori “esterni”. Inoltre le quote di premio non devoluto ai lavoratori che non rientranti nei criteri, saranno comunque pagate dall'azienda che le distribuirà agli altri lavoratori del rispettivo gruppo di appartenenza (in o out)

Gli accordi avranno valore dal 1/7/2016 e saranno validi solo se approvati dalla assemblee dei lavoratori già programmate per il 27 giugno prossimo.

Con questi accordi, se approvati, si conclude una vicenda ormai aperta da oltre 16 mesi. Viene ribaltata la logica che hanno caratterizzato i primi due accordi di cgil-cisl-uil, che prevedevano l’introduzione del premio di risultato utilizzando una parte di risorse economiche sottratte ai lavoratori, attraverso la riduzione delle maggiorazioni, che invece con questo accordo di oggi, restano invariate e riconfermate.

Come CUB siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato che dimostra come la lotta dei lavoratori, quando  compatta e ben organizzata,  può portare buoni frutti.

Confidiamo quindi che le assemblee dei lavoratori condividano la nostra soddisfazione per questa importante vittoria. E per quanto ci riguarda vigileremo perché gli accordi vengano anche puntualmente rispettati dall'azienda.

2016/06/16

Cub Trasporti

 

2016-06-15 acc hupac pdr.pdf

 

2016-06-15 acc hupac maggiorazioni.pdf

 

2016-06-15 acc hupac maggiorazioni.pdf

 

2016-06-15 acc hupac maggiorazioni.pdf

 
Altri articoli...