Globe Ground gestisce in accordo con Sea h. il servizio handling per Lufthansa.
La Sea h. gestisce lo smistamento ed il carico-scarico dei bagagli mentre Globe Ground gestisce il servizio biglietterie, check-in e rampa, per i voli di Lufthansa.
Da mesi Sea h. e Globe G., dopo aver costituito un ATI (ass. temporanea di impresa), si contendono con cause legali, la divisione economica del vecchio appalto di Lufthansa.
Dal prossimo 1° febbraio, l’appalto di Malpensa è stato rinnovato e Lufthansa lo ha concesso interamente a Sea h., la quale pur acquisendo lavoro nuovo di biglietteria, check-in e rampa, non vuole accollarsi anche i lavoratori, come del resto è previsto dal CCNL sulle clausole sociali.
Per questo motivo, i 132 lavoratori di Globe G., dopo aver subito la perdita di Lufthansa Italia, che ha ridotto del 40% le ore lavorate con l’utilizzo della cassa integrazione, stanno lottando. La stessa sorte molto probabilmente avverrà per i lavoratori di Linate il prossimo settembre.
I lavoratori e le lavoratrici di Globe G., dopo aver accettato negli anni scorsi, attraverso anche l’utilizzo della clausola sociale, il trasferimento anche da Sea verso Globe G., ora hanno come prospettiva, dal primo febbraio, la cassa integrazione a zero ore, ed il successivo licenziamento.

AUMENTERA’ LO SFRUTTAMENTO DEI LAVORATORI SEA H.!
Senza l’assunzione di nessun lavoratore di Globe G., significherà per i lavoratori dell’area 1 di Sea H., per poter servire anche i voli Lufthansa, un aumento consistente dello sfruttamento. Del resto la comparsa al tavolo Enac, di sindacati “familiari” non presenti in Globe G., e le continue calunnie che circolano tra i lavoratori SEA H., nei confronti dei colleghi di Globe G., stanno ad indicare, il tentativo dei vertici SEA  di chiudere la questione con una manciata di assunzione, abbandonando la maggioranza dei lavoratori verso il licenziamento, motivando con la crisi, crisi che viene evidenziata  solo quando si parla di lavoratori, e che  invece sparisce quando decidono di  assumere responsabili aziendali. Assunzioni avvenute anche durante  la CIGS.
TUTTO CIO’ NON E’ GIUSTO, DAL PUNTO DI VISTA UMANO
ED ANCHE DA QUANTO PREVISTO DALLE LEGGI E DAI CONTRATTI.

IN ATTO UNO SCONTRO ECONOMICO!
Da un lato Lufthansa, che dopo aver illuso i lavoratori con la nascita di Lufthansa Italia, poi abbandonata, che cerca in tutti i modi di rinegoziare l’appalto al ribasso, dall’altro Sea che vuole accaparrarsi l’intera gestione di un vettore dell’importanza di Lufthansa, scaricando Globe Ground dopo aver costituito assieme un ATI, sono i veri motivi dello scontro in atto. Altro che lavoratori Globe Ground passati da precari a fissi ed a orario pieno prima della cassa.

IN ATTO UNO SCONTRO POLITICO!
È di questi giorni la lotta dei lavoratori di Argol a Fiumicino che chiedono anche loro l’applicazione della clausola sociale. Come è già avvenuto a luglio al Cargo di Malpensa, dove MLE cambiando appalto per il carico scarico delle merci, ha imposto il licenziamento di una parte dei lavoratori. Non a caso Sea, negli incontri con Enac, continua a sostenere che si debba rinegoziare la clausola sociale.

Per questo riteniamo irresponsabile l’atteggiamento dei vertici Sea, che vogliono:
• Accaparrarsi la gestione completa di Lufthansa, senza accollarsi l’onere dei lavoratori.
• Aprire la strada, alla logica che in aeroporto non ci sono più regole da rispettare.
Non chiediamo quindi di solidarizzare con i lavoratori Globe Ground, ma di prendere atto che se passa quanto portato avanti dal gestore aeroportuale, poi passa per tutti, ed anche perché una soluzione è possibile, o continuare ad operare come si è operato nel vecchio appalto di Lufthansa o Sea si fa carico di tutti i lavoratori.
USBVarese       CUB-TRASPORTI      SLAI COBAS