PASSAGGIO SEA H. – AIRPORT:

CAUSA PROMOSSA DA CUB TRASPORTI CONTRO LE SEGRETERIE REGIONALI DI Cgil-Cisl-Uil-Ugl-Flai-Usb

La causa promossa dalla Cub trasporti a seguito del mancato rispetto da parte delle altre OO.SS del voto referendario del giugno 2014, sull’accordo per la chiusura di Sea H. e la nascita di Airport, ha conclusa la prima fase nella quale le parti hanno formulato le rispettive richieste di prove e prodotto documenti.

All’udienza del 21 novembre la Giudice deciderà se la causa può essere decisa solo sulla base dei documenti in atti, oppure se sarà  necessario espletare le prove testimoniali che alcune delle altre OO.SS hanno richiesto.

Alcuni sindacati infatti, hanno chiesto di ascoltare testimonianze sui fatti più  diversi  e persino sull’ultima elezione delle rsu del giugno scorso (?) dimenticando  che  quella elezione non solo non si è perfezionata per lo scarso numero di votanti, ma ha addirittura fornito l’occasione - proprio mentre si svolge la causa per verificare le firme utilizzate anche da Flai per neutralizzare il referendum del 2014 - di constatare come questo sindacato sappia fare un uso disinvolto delle firme, visto che, per poter presentare, per quelle elezioni non riuscite - una propria lista, non ha esitato di utilizzarne di false!!

Pur non ritenendo necessario ascoltare testimoni sui fatti irrilevanti al fine di stabilire se gli altri sindacati potessero o meno legittimamente tenere nascoste le firme che sostengono di aver raccolto, abbiamo comunque depositato una lista testi di 30 lavoratori Sea e Sea h.

Ne consegue che una previsione sulla durata della causa sarà possibile solo dopo l'udienza del 21 novembre a seconda della decisione che la Giudice assumerà quel giorno.

23/9/2018