I lavoratori delle pulizie dei locali Az dell’area tecnica di Fiumicino (pal RPU, NPU, Hangar, OCC, ecc), dopo lo sciopero del 26.10.2012, proseguono la mobilitazione contro la pretesa dell’Ati Natuna-Ecocleaning di continuare a scaricare sui dipendenti il piano di esuberi e cassaintegrazione.

 


L’Ati Natuna-Ecocleaning, dopo aver usufruito e beneficiato di un taglio del 40% del monte ore lavorativo (grazie ad un accordo firmato il 23-12-2011 da cgilcisluil e mai accettato dai lavoratori!), pretende di continuare ad utizzare la cassa integrazione, scaricando ancora sui lavoratori sacrifici ed esuberi.

I lavoratori hanno detto BASTA!

In realtà anche gli esuberi tra i lavoratori delle pulizie dei locali Az sono la conseguenza di un piano di ridimensionamento e di sacrifici che i “capitani coraggiosi” di Alitalia-Cai hanno scaricato, nel silenzio generale, anche sul personale dell’indotto dell’aeroporto.
Le condizioni igienico-sanitarie dei locali Az sono la prova che gli esuberi tra gli addetti alle pulizie non esistono: nonostante il drastico aumento dei carichi di lavoro la realtà dimostra che il sotto organico è la vera piaga che assilla anche gli addetti alle pulizie.

I LICENZIAMENTI NON SONO L’EFFETTO COLLATERALE DEL RISANAMENTO MA SONO IL VERO OBIETTIVO DEI PADRONI

UNITI SI VINCE!

Fiumicino 31.10.2012

FLAICA-CUB / USB Lavoro Privato / Falpas