CARGO MALPENSA ALHA:

IL GIUDICE ORDINA A COOP NCL E A ALHA, DI PAGARE IL PREMIO!

Ieri il Giudice del lavoro di Busto A., con sentenza ha ordinato alla coop. Ncl, al consorzio Logico e ad Alha A. al pagamento del premio di risultato del 2016.

P.Q.M.

Il Tribunale, in funzione di Giudice del lavoro, definitivamente pronunciando, nella contumacia di Consorzio Logi.Co. ogni ulteriore domanda, eccezione ed istanza disattesa, così provvede:

b) accerta e dichiara il diritto a favore di ciascun ricorrente al pagamento dell’importo di €. 240 = a titolo di premio di risultato 2016, oltre interessi e rivalutazione monetaria dal dovuto al saldo;

c) dichiara la responsabilità solidale delle società resistenti Consorzio Logi.Co e Alha Airport s.p.a., in liquidazione, al pagamento delle predette somme e, per l'effetto, le condanna, in via tra loro solidale ex art. 29 D. Lgs. n. 276/2003, a corrispondere ai ricorrenti le predette somme, oltre interessi legali e rivalutazione monetaria dal dovuto al saldo, dando atto che la convenuta Alha Airport s.p.a.  Logistics soc. coop. e di Consorzio Logi.Co;

d) condanna le parti resistenti, in solido fra loro e fermo il beneficio della preventiva escussione, al pagamento delle spese di lite.

Ora per i 39 lavoratori in causa diventa esigibile da subito il pagamento del premio in base all’art. 38 del ccnl, come diritto che non può essere negato come sostenuto dalla coop. Ncl dall’assembla dei soci. Infatti con la sentenza il Giudice chiarisce, per chi come Alha e Consorzio Logico, continuano a ritiene che le cooperative possono in base ad assemblee dei soci, negare a tutti l’applicazione di parte del ccnl..

Con riferimento alla questione riguardante la rinuncia espressa in assemblea ad ottenere il premio di risultato si osserva come, a prescindere da ogni valutazione sulla modalità di consultazione dei soci presenti all'assemblea del 13/4/2017 e sulla validità di una eventuale rinuncia al pagamento del premio di risultato 2016 (rinuncia in ogni caso personale e non avente valore abdicativo per tutti i soci posto che si sta discutendo di una voce retributiva prevista dalla contrattazione collettiva), parte resistente non ha fornito prova della presenza degli odierni ricorrenti a tale assemblea e della loro personale volontà di rinunciare al premio di risultato per l’anno 2016 (a tale proposito si osserva come alla data dell’assemblea il presente giudizio era già stato promosso e come i ricorrenti non abbiano in alcun modo dato atto di rinunciare al ricorso).

Nei prossimi giorni procederemo a formalizzare alle società la sentenza, pagando da subito per tutti i ricorrenti quanto stabilito dal Giudice. Procederemo inoltre anche per tutti gli altri lavoratori che ci comunicano l’intenzione di avvalersi della sentenza, ed alla richiesta del pagamento anche del premio per il 2017.

CONTINUANO LE CAUSE PER LE DIFFERENZE RETRIBUTIVE!

Informiamo inoltre che nei giorni scorsi si sono tenute le numerose cause contro le coop. NCL e SLTM, e contro Alha, per le differenze retributive. I giudici oltre ad aver comunicato che procederanno con un'unica udienza di tutte le cause, hanno inoltre  fissato udienze per accertare per numerosi lavoratori il mancato riconoscimento del giusto inquadramento professionale.

8/2/2018