Questa mattina presso la sede provinciale di Varese del Ministero del Lavoro, si è tenuta la riunione, richiesta dalla Cub trasporti, per il cambio di appalto.

Presenti oltre al Responsabile della Direzione Provinciale anche il Consorzio Logico e la coop Sltm, mentre per i sindacati erano presenti i responsabili provinciali della Filt-Cgil e della Cub Trasporti.

Di fronte ai responsabili del Ministero, finalmente i responsabili del Consorzio Logico hanno spiegato quanto hanno intenzione di fare.

Un gruppo di soci di SLTM, il 2 marzo scorso ha costituito una nuova cooperativa di nome New Cargo Logistics che si è consociata con il Consorzio Logico.

Nelle prossime settimane questa nuova cooperativa subentrerà al Cargo insieme alle attuali cooperative che operano, SLTM e Coop Nuovi Servizi.

Tutto quanto era già stato anticipato alle altre organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Flai in un incontro alla presenza di Alha.

La New Cargo Logistics assumerà con un periodo di prova di 90 giorni e non tutti gli attuali occupanti alla Sltm saranno assunti.

Dopo nostre vivaci contestazioni, la riunione si è aggiornata al 4/5.

Il 29 aprile sindacati e Consorzio Logico si rincontreranno.

È evidente quello che vogliono fare i responsabili del Consorzio d’accordo con Alha:

  • con la coop Nuovi Servizi, che da alcuni mesi è stata introdotta al Cargo, hanno iniziato a dividere i lavoratori lasciando a casa senza stipendio  quelli scomodi
  • poi hanno creato la New Cargo Logistics che sostituirà interamente la SLTM non assumendo tutti i soci lavoratori
  • dopo dichiarare fallita la coop SLTM lasciando senza lavoro e senza il pagamento del tfr decine di soci (70/80)
  • alla fine con questa situazione, intimidire tutti i lavoratori per togliere altri diritti e costringere tutti ad ubbidire senza nessuna condizione

TUTTO CIO’, SENZA NESSUNA ASSEMBLEA DEI SOCI, SENZA  CONSULTARE LA CUB, CHE RAPPRESENTA LA MAGGIORANZA DEGLI ISCRITTI E SENZA IL RISPETTO DEL CCNL TRASPORTO MERCI E LOGISTICA E DELLE LEGGI.

GIOVEDì 23 aprile ASSEMBLEA RETRIBUITA DI TUTTI I LAVORATORI

Lavoratori,

non fatevi intimidire, non firmate dimissioni in bianco e chi per paura o per confusione lo ha fatto, le ritiri.

TUTTI DEBBONO CONTINUARE A LAVORARE SENZA NESSUN PERIODO DI PROVA.