CORSICARIZSERVICE: accordi, vertenze e volantini

Cargo Malpensa Alha:

coop N.C.L. LICENZIA!

Nell’aprile scorso, il consorzio Logico che riceve da Alha l’appalto della preparazione merci al Cargo di Malpensa, senza attivare la procedura di cambio di appalto, ha passato l’attività dalla coop SLTM alla coop NCL.

La coop N.C.L. (New Cargo Logistics), creata ad arte da 29 soci di SLTM, per liberarsi dei lavoratori scomodi, per tranquillizzare i lavoratori, da subito ha dichiarato che “noi non abbiamo padroni e chiunque vuole venire a lavorare da noi è ben accetto”

tutti i contratti di lavoro sono a tempo indeterminato”. comunicato 22/4/2015.

BELLE PROMESSE DETTE AD ARTE PER ILLUDERE!

Il 7 settembre scorso ad un lavoratore N.C.L. è arrivata la lettera con la comunicazione che del 13 ottobre il suo contratto di lavoro cesserà.

Questo lavoratore, assunto da SLTM con un contratto di apprendistato con scadenza al 13/10/2016, dopo essersi dimesso, su consiglio dei soliti “personaggi aziendali”, si è visto poi assumere da NCL non con contratto a tempo indeterminato ma a termine di soli sei mesi.

Non solo, la coop NCL ha raggirato il socio lavoratore, con un contratto a termine immotivato in quanto il passaggio al 5° livello previsto dall'apprendistato era già stato ottenuto presso la SLTM e quindi la durata limitata del contratto non aveva ragione di esistere visto che, come dichiarato nel comunicato del 22 aprile 2015 tutti avrebbero dovuto essere assunti a tempo indeterminato.

Tutto questo in una situazione in cui si continua ad incrementare l'organico con decine di nuove assunzioni fatte da NCL in questi mesi e mentre si gestisce, come al solito, l'orario di lavoro in maniera arbitraria e discriminatoria con soci lavoratori che accumulano straordinari su straordinari mentre altri non raggiungono l’orario lavorativo previsto dal contratto.

ECCO LA VERA NATURA DELL’OPERAZIONE PORTATA AVANTI DAI RESPONSABILI DEL CONSORZIO LOGICO.

AGGIRARE LE NORME SUI CAMBI DI APPALTO, PER LIBERARSI DI LAVORATORI SCOMODI E CREARE UN CLIMA AZIENDALI DI INTIMIDAZIONI E SOPRUSI PER POI RICATTARE TUTTI I SOCI.

Domani incontro per il passaggio di tutti i lavoratori rimasti in SLTM.

Deve essere chiaro a tutti che tutti i lavoratori che operano presso il cargo di Alha, devono passare sotto la coop NCL senza nessuna prova, con le medesime condizioni di prima, conservando le garanzie delle vecchie norme dello statuto dei lavoratori e con il risarcimento di tutte le perdite avute in questi mesi per colpa dei responsabili aziendali.

 

 

 

CARGO MALPESA ALHA-SLTM:

 

 

 

FANNO I FURBI PER FREGARE I LAVORATORI

Leggi tutto...

 

CARGO MALPENSA ALHA:

IL TRIBUNALE DI BUSTO REINTEGRA

DELEGATO DELLA CUB!

Con una sentenza per attività antisindacale da parte della coop SLTM operante presso Alha al cargo di Malpensa, il Giudice del Lavoro di Busto Arsizio ha reintegrato, il delegato sindacale della Cub, Mauro Gaspare.

Il lavoratore era stato, da prima escluso da socio e poi licenziato, perché a detta della cooperativa aveva criticato in pubblico l’operato dei responsabili aziendali.

Ricordiamo che per ben due volte i soci lavoratori, in assemblea avevano bocciato il bilancio 2013 della coop, ed è per questo che il delegato è stato licenziato.

Con questa sentenza, si fa finalmente giustizia contro una direzione che con la pratica delle intimidazioni e delle discriminazioni ha cercato di estromettere la nostra organizzazione e tutti i lavoratori scomodi.

Questo reintegro in azienda avviene anche in un momento importante. Infatti:

  • Da alcuni giorni, i soci lavoratori vengono chiamati dai responsabili aziendali con la proposta-intimidazione perché si dimettano in attesa del cambio di appalto.
  • Da settimane, mentre i soci lavoratori della coop SLTM sono sospesi dal lavoro senza il sussidio, vengono sostituiti con personale di un’altra coop sempre del Consorzio Logica.
  • Numerosi soci lavoratori, con la scusa di non aver superato il corso per materiale pericoloso, vengono allontanati dal lavoro.
  • Ancor oggi, parecchi soci non sono inquadrati nel giusto livello contrattuale o sono sospesi dal lavoro senza neppure l’intervento della cigs con pesanti perdite salariali.

Tutto questo deve finire.

Anche i lavoratori di SLTM presso ALHA, debbono avere i diritti di tutti i lavoratori.

La Cub Trasporti ha già attivato, come prevede il ccnl, la richiesta di incontro per il cambio di appalto, che deve essere discusso con i SINDACATI 15 giorni prima.

O tutti i soci lavoratori continueranno a lavorare nella nuova cooperativa o dovremo procedere con tutte le iniziative del caso.

14/4/2015

 

CARGO MALPENSA ALHA:

Vogliono fare un cambio di appalto

senza CONSULTARE i sindacati!

In queste ore, i funzionari del Consorzio Logico, stanno chiamando i soci lavoratori di Sltm per proporre loro le dimissioni dalla cooperativa e l’assunzione in una nuova coop.

TUTTO QUESTO è ILLEGITTIMO!

Il contratto nazionale dice espressamente che 15 giorni prima le cooperative debbono chiamare i sindacati e discutere le condizioni del passaggio di appalto.

INVITIAMO PERTANTO TUTTI I LAVORATORI A NON FIRMARE DIMISSIONI E A CHIEDERE LA PRESENZA DEL SINDACATO!

BASTA CON QUESTE FALSE COOPERATIVE!

Da anni, al Cargo di Malpensa, si susseguono illegalità nei confronti dei lavoratori.

Le committenti, quasi facendo apparire che non centrano nulla, continuano nella loro opera di concedere appalti a cooperative che aggirano le norme a discapito dei lavoratori.

La Cub ha già formalizzato alle autorità competenti, le illegalità operate sia dal Consorzio Logico che dalle cooperative, e se la situazione non verrà regolarizzata o se non tutti i lavoratori saranno chiamati al lavoro, procederà con tutte le iniziative del caso.

 

CARGO MALPENSA ALHA-SLTM:


NON E’ GIUSTO!

Da alcune settimane, i responsabili della coop SLTM, hanno sospeso dal servizio, e quindi anche dalla retribuzione, 5 soci lavoratori di Malpensa. Come scusa per questa estromissione dal lavoro, la coop SLTM, ha comunicato ai lavoratori che non avrebbero superato l’esame dei corsi DGR (materiale pericoloso).

I responsabili della coop, si sono anche rifiutati di discutere con il sindacato, per trovare una soluzione che consenta ai 5 lavoratori di continuare a lavorare, dimostrando così, che il non superamento dei corsi DGR, è solo un pretesto per allontanare dei soci e per continuare nell’opera intimidatoria contro tutti gli altri.

NON E’ GIUSTO!

Da mesi, i responsabili della coop, continuano nell’opera discriminatoria nei confronti di alcuni soci. Avviene infatti che alcuni lavoratori, non vengono chiamati al lavoro per intere settimane, senza ricevere nessun salario. Con questo meccanismo discriminatorio alcuni soci lavoratori, hanno una pesante decurtazione salariale.

Ci sono soci lavoratori a cui non vengono esposte le settimane lavorative ma debbono aspettare giorno per giorno la telefonata del referente per andare al lavoro.

NON E’ GIUSTO!

Da quando, per la seconda volta i soci lavoratori non hanno approvato il bilancio, i responsabili della coop SLTM, solamente per ripicca e con spirito di rivalsa, stanno mettendo in atto azioni ritorsive e discriminatorie contro i soci lavoratori.

Nonostante che come CUB trasporti, all’incontro in Prefettura di Varese, alla presenza dei responsabili della coop, abbiamo garantito la nostra disponibilità alla discussione su tutti i problemi presenti al cargo di Alha, per ricercare una soluzione, la risposta sia di SLTM che del consorzio Logico è stata di totale chiusura.

SI STANNO PREPARANDO AL CAMBIO DI APPALTO?

Anziché discutere e trovare una soluzione in accordo con i soci lavoratori e con i sindacati, la coop SLTM si sta preparando ad abbandonare l’appalto. Si stanno anche muovendo con l’intento di fare in modo che chi subentrerà avrà la possibilità di non assumere tutti i soci.

I soci lavoratori, bocciando per ben due volte il bilancio e prima ancora scioperando per ottenere l’intero pagamento della malattia, hanno chiesto ai responsabili della coop e direttamente anche a Alha, che vengano affrontati i loro problemi.

Evidentemente però, Alha, SLTM ed il consorzio Logico, in una situazione di continuo aumento dei volumi al Cargo di Malpensa, che ad ogni mese fa registrare consistenti aumenti, con il conseguente aumento dei profitti, pensano che i problemi posti dai lavoratori non vadano affrontati.

La cub trasporti, mentre si rende disponibile al confronto, perché tutti i lavoratori vengano riammessi al loro posto, a partire dal nostro delegato che il 29 gennaio avrà la causa presso il Tribunale di Milano, non è disponibile ad accettare che i soci lavoratori subiscano l’ennesima beffa del cambio d’appalto, magari con una coop dello stesso consorzio.

I problemi dei lavoratori vanno risolti!

20/1/2015

CUB TRASPORTI

 
Altri articoli...