CON I RICATTI

STANNO STRANGOLANDO I LAVORATORI!

Il mercato del trasporto aereo italiano è ricchissimo e sui lavoratori non possono ricadere gli effetti delle speculazioni in atto. In Alitalia, in GroundCare, in Sea ed in Sea H., al Cargo, in numerose società di handling e di gestione aeroportuale, nell’indotto dell’intero comparto (pulizie, appalti, esercizi commerciali, sorveglianza, ecc.) ed in tutto il settore, con la scusa della crisi, padroni e governi falcidiano l’occupazione e aumentano lo sfruttamento.

MENTRE IN ITALIA DAL 2009 AL 2013, NONOSTANTE LA CRISI,

  • Il traffico passeggeri è cresciuto del 10,3%
  • Il traffico merci è cresciuto del 16,6%

Ed anche i primi mesi del 2014 (Gennaio-Marzo) segnano, rispetto al 2013, un aumento +2,5% di traffico passeggeri e + 4,6% di traffico merci.

INTANTO, PERÒ, IN ITALIA, MENTRE CRESCE IL TRAFFICO, OLTRE 15.000 LAVORATORI SU 65.000, CIOÈ OLTRE IL 23% DELLA FORZA LAVORO PRESENTE NEI VETTORI E NELLE SOCIETÀ AEROPORTUALI ( escludendo l’indotto!), SONO INTERESSATI, DALLA CIGS, DALLA MOBILITÀ E DAI CONTRATTI DI SOLIDARIETA’.

Dunque la crisi non esiste ma si continua a scaricare sui lavoratori

Solo le mobilitazioni potranno rimettere in discussione gli attacchi che in ogni azienda i lavoratori stanno subendo.

OGNI LAVORATORE SI DEVE PRENDERE LE PROPRIE RESPONSABILITA’.

E’ giunto il momento che i lavoratori facciano sapere che non sono più disponibili a subire passivamente.

VENERDì 16 MAGGIO 2014

SCIOPERO PER L’INTERA GIORNATA

DI TUTTI I LAVORATORI DI MALPENSA E LINATE

SEA, AVIAPARTNER, ATA, COOP SLTM DEL CARGO.

ORE 10.30 MANIFESTAZIONI A MALPENSA T1 PARCHEGGIO DIPENDENTI E A LINATE AL VARCO 1