CABINA DI REGIA MALPENSA

VENERDì 20/1/2012
DALLE 15,00 ALLE 18,00 PRESSO IL CRAL SEA AL TERMINAL 2
ASSEMBLEA PUBBLICA DEI SINDACATI DI BASE
 
USB-CUB TRASPORTI -SLAI COBAS

IN PREPARAZIONE DELLO

SCIOPERO 27 GENNAIO 2012


SONO INVITATI DELEGATI, ATTIVISTI
E LAVORATORI DELLE AZIENDE AEROPORTUALI OPERANTI SUL TERRITORIO DI MALPENSA.

USB VARESE-CUB TRASPORTI-SLAI COBAS

 

Sea: F2i completa l'acquisizione del 29,75%

F2i ha completato il 29 dicembre l'operazione di acquisizione del 29,75 per cento del capitale di SEA - Aeroporti di Milano SpA di proprietà del Comune di Milano da parte di F2i – Fondi italiani per le infrastrutture. Il valore complessivo dell'operazione è di 385 milioni di euro, di cui 340 milioni sono stati già versati in una prima tranche all'atto del closing.
I restanti 45 milioni di euro saranno pagati entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) di approvazione del Contratto di Programma sottoscritto da SEA SpA ed ENAC in data 23 settembre 2011. Secondo indiscrezioni di stampa, se il Comune di Milano dovesse nei prossimi mesi decidere di alleggerire la propria quota ricorrendo eventualmente a una quotazione, il nuovo patto con F2i non permetterebbe al Fondo di opporsi all'operazione.
Con il trasferimento F2i rafforza la propria presenza nel comparto delle infrastrutture aeroportuali internazionali, avendo già in portafoglio il 70 per cento di GESAC, società di gestione dell'Aeroporto Internazionale di Napoli.
SEA SpA è la società che gestisce le infrastrutture degli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate. Con 27 milioni di passeggeri nel 2010, SEA ha una quota di mercato in Italia pari a circa il 20 per cento del traffico passeggeri ed è la seconda società del sistema aeroportuale italiano, con ricavi pari a 434 milioni di euro e un Margine Operativo Lordo di 117 milioni di euro nei primi nove mesi del 2011. Con riferimento al contratto di compravendita stipulato il 16 dicembre 2011, in data odierna il Fondo ha inviato al Comune di Milano comunicazione scritta per indicare i propri membri del Consiglio di Amministrazione.
Si tratta di Mauro Maia, Senior Partner di F2i, responsabile del progetto di acquisizione della partecipazione azionaria della società aeroportuale e di Renato Ravasio, lunga esperienza istituzionale e manageriale, in particolare nel settore aeroportuale. Nella prossima riunione del Consiglio di Amministrazione di SEA SpA, Renato Ravasio sarà nominato vice Presidente della Società aeroportuale. Per quanto attiene al Collegio Sindacale, il Fondo ha designato Sindaco effettivo Carlo Felice Maggi attuale direttore generale della Fondazione Enasarco, docente e commercialista; Sindaco supplente Antonio Passantino.
Mauro Maia, è Senior Partner di F2i da marzo 2010. Lunga esperienza in Mediobanca come responsabile per le attività di coverage e advisory nel settore delle infrastrutture. Ha maturato esperienze rilevanti in vari comparti della finanza e guidato le più importanti operazioni infrastrutturali dell'ultimo decennio in Italia. F2i lo ha nominato vice Presidente di Metroweb SpA (società che detiene la rete in fibra ottica di Milano) e Consigliere di Amministrazione di Autostrada del Brennero SpA.2 Renato Ravasio, ex deputato ed ex senatore della Repubblica italiana, profondo conoscitore del mondo istituzionale con particolare attenzione alla sua regione di origine, la Lombardia. Attualmente ricopre vari incarichi, tra i quali: Amministratore Unico di Fondazione Cariplo Iniziative Patrimoniali SpA, Presidente di Banca Galileo SpA, Presidente della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, membro del CdA di Synergo SGR, Consigliere della Fondazione per la Storia Economica e Sociale di Bergamo. Le sue esperienze manageriali derivano da un passato in vari Istituti di credito e, in particolare, nel settore aeroportuale ricoprendo la carica di vice Presidente ed Amministratore Delegato di SACBO SpA Aeroporto Internazionale di Orio al Serio e membro del CdA di Meridiana SpA. Carlo Felice Maggi, dottore Commercialista, docente di Corporate Finance presso la Facoltà di Economia dell'Università di Torino, consulente di Diritto Penale, Societario e Fallimentare. E' Curatore Fallimentare, Liquidatore Giudiziario per vari Tribunali del nord Italia. Antonio Passantino, dottore Commercialista, ha ricoperto incarichi di Consigliere, Sindaco e Revisore in numerose società, Istituti di Credito ed Enti a carattere pubblico.

 

INQUINAMENTO AEREO,
CONDANNATI LA SEA E IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE

A fine 2008, è stata emessa la sentenza della causa di Quintavalle, tenuta Cascina 3 Pini. Il tribunale di Milano ha condannato SEA e il Ministero delle Infrastrutture per inquinamento causato dagli scarichi degli aerei in decollo. Sono stati riconosciuti danni per un valore di ben cinque milioni di Euro, cifra estremamente significativa sia dal punto di vista economico, che per il messaggio che trasmette:
Malpensa inquina e inquina in modo molto elevato flora, fauna e quindi le popolazioni che vivono sotto le rotte.
L’indagine svolta dall’Università di Milano incaricata dal Tribunale, ha rilevato che in quel bosco secolare patrimonio dell’Unesco ci sono cinque volte più idrocarburi che nei terreni a fianco del casello di Milano

Leggi tutto...

 

«Striscia» in pista a Malpensa, beffati i controlli  

Ieri sera il tg satirico ha messo in onda un servizio di Max Laudadio, che gira indisturbato per lo scalo 

«Laudadio - spiegano i curatori della trasmissione - acquista un biglietto elettronico per Roma, si reca in aeroporto e, superati i primi controlli, raggiunge l'area imbarchi. Anziché imbarcarsi, però, si sposta indisturbato verso la zona arrivi e, constatata la totale inesistenza di misure di sorveglianza, accede alle piste e si aggira tra gli aerei senza che nessuno lo fermi per chiedergli spiegazioni al riguardo. Con la stessa facilità, l'inviato lascia l'aeroporto passando direttamente dall'uscita destinata agli arrivi». Al termine del servizio Laudadio domanda come sia «possibile che in un aeroporto come quello di Malpensa ci siano falle negli aspetti più elementari del sistema di sicurezza
 

 

A fine 2011 possibile debutto di Sea a Piazza Affari

L'operazione prevede di collocare sul mercato circa il 33% delle azioni in mano al Comune di Milano

Il debutto di Sea a Piazza Affari potrebbe avvenire a fine 2011. E' quanto riportato da Milano Finanza che sottolinea come, a darne l'annuncio, sia stato il presidente Giuseppe Bonomi. Quest'ultimo sostiene che un'eventuale quotazione sarebbe "un processo virtuoso per il gruppo" e lo rafforzerebbe in vista delle sfide future. L'operazione prevede di collocare sul mercato circa il 33% delle azioni Sea in mano al Comune di Milano, quest'ultimo controlla il gruppo con l'84,6%. Al Comune di Milano resterebbe il 51% del capitale e incasserebbe una somma compresa tra 300 e 350 mln euro. Vero è che non si tratta del primo tentativo di debutto in Borsa, ce ne erano stati già degli altri tentativi, falliti, nel 2001 e nel 2006. Adesso, rispetto ad allora, ci sono tre differenze. Lo slancio dato al nodo aeroportuale milanese dopo l'abbandono di Malpensa da parte di Alitalia; la possibile nascita dell'asse del Nord, che mira ad unire a livello operativo Malpensa, Linate, Bergamo, Brescia e Verona. Terzo aspetto, il fatto che potrebbe realizzarsi ProgettioViaMilano, che mira a riportare Malpensa al ruolo di hub.

 
Altri articoli...