AVIAPARTNER MALPENSA:

l'abuso del  lavoro supplementare comporta la trasformazione

a full-time del contratto

Importante sentenza del tribunale di Busto Arsizio che ha condannato Aviapartner riconoscendo il diritto di un nostro iscritto alla trasformazione a tempo pieno del contratto di lavoro.

Il Giudice, ha riconosciuto che nel caso in cui il lavoro supplementare sia sistematicamente utilizzato in modo da costringere il lavoratore, e per un periodo significativo (qui erano stati oltre tre anni!), ad una prestazione pari o comunque vicina a quella del tempo pieno (in quel caso circa il 97% del full-time sull'arco dei tre anni) il contratto di lavoro si trasforma -per fatti concludenti- a tempo pieno con ogni conseguenza anche retributiva.

La sentenza è importante perché sancisce il principio che il datore di lavoro non possa abusare del lavoro supplementare utilizzandolo a suo piacimento e che la violazione può anche essere sanzionata con la definitiva trasformazione a tempo pieno del rapporto di lavoro.