ALCOBAS-CUB

SABATO MATTINA 18 MARZO 2017 PIERGIORGIO TIBONI CI HA LASCIATO

La camera ardente sarà aperta fino a mercoledi h 13,30 presso Ospedale San Paolo

Orari per visite alla camera ardente San Paolo: dalle 8-00 alle 11.30 e dalle 13,30 alle 18,00

IL FUNERALE SI TERRA’ MERCOLEDI' 22 MARZO

Ore 14,45 presso la parrocchia San Gerolamo Emiliani

via Don Giovanni Calabria, 36 - Milano.

Successivamente

Al cimitero di Milano Lambrate si terrà un  saluto.

Dalla Chiesa al Cimitero saranno disponibili 2 autobus per il percorso di andata e ritorno

 

 

LA LOTTA PER IL LAVORO

TUTELATO E RETRIBUITO CONTINUA.

Sosteniamo la lotta dei lavoratori e delle lavoratrici

Eco -Tql di Misinto (MB).

Prosegue il presidio davanti alla fabbrica.

Dopo 11 giorni di sciopero ancora nessuna risposta accettabile.

Venerdì 2 settembre i lavoratori e le lavoratrici in lotta organizzano un “Pomeriggio movimentato” davanti alla fabbrica, con dibattito e cena a base di cibo multietnico.

Il ricavato di libera offerta, servirà in parte per sostenere il presidio e in parte verrà devoluto alle popolazioni che hanno subito il terremoto.

Inizio ore 17,30 e si proseguirà  fino a tarda sera.

La solidarietà tra lavoratori non ha colore,

religione o sesso.

Ha il solo scopo di rafforzare e organizzare

la lotta di classe.

31.08.2016

 

Contro le guerre, per i diritti e la libertà nei luoghi di lavoro

e nella società civile

Sciopero Generale

Venerdì 18 marzo 2016

La politica economica e sociale del governo Renzi e dell’U.E. ha scatenato guerra di classe all’interno che impoverisce lavoratori, giovani e pensionati, smantellando lo stato sociale, degradano i diritti e guerra di bombe all’estero per procurarsi le risorse a basso prezzo, calpestando i diritti e libertà di interi popoli.

L’unica presa di posizione coerente è la lotta per i diritti vitali, è contrastare ogni guerra e spesa militare, appoggiando l’autodeterminazione dei popoli a partire dal sostegno alla Repubblica del Rojava (in Kurdistan), non per “innamoramento” verso i curdi ma per la capacità di contagio delle pratiche democratiche, egualitarie, ambientaliste che esprime la popolazione Curda.

Il P.K.K. e le popolazioni curde che vivono tra Turchia, Siria, Iraq e Iran,  combattono in prima fila la violenza fascio- islamista dello 'Stato Islamico'; questo spiega la dura repressione dal governo di Erdogan contro i curdi con l'impiego dell’esercito, le migliaia di arresti, le centinaia tra morti e feriti.

Lavoro: stabile e tutelato; riduzione settimanale dell’orario di lavoro di (?) 4 ore, a parità di salario, bonifica dei siti inquinati, messa in sicurezza del territorio. Salario:  rinnovo dei contratti con un aumento mensile di 500 euro; Reddito Garantito: 1.000 euro mese per  disoccupati forzati e pensioni sociali, lotta all’evasione fiscale e contributiva, gratuità x luce, gas,  trasporto pubblico. Sanità: garantire il diritto universale alla salute e alla cura; abolire i tickets. Pensioni: età pensionabile a 65 anni col metodo retributivo, a 60 anni per  lavori usuranti; aumento consistente delle pensioni; contributi aziendali dei (?) fondi privati alla previdenza pubblica. Casa: stop agli sfratti e al caro affitti. Diritto all’abitare. Scuola: diritto allo studio e valorizzazione della scuola pubblica. Uguaglianza: per i migranti.

Ripristinare la democrazia nei luoghi di lavoro: boicottando le elezioni delle RSU regolate  dall’accordo truffa del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza firmato tra CGIL,CISL,UIL e padronato  a cui hanno aderito anche alcuni cobas e USB, che assegna al 50+1degli iscritti o delle RSU/RSA il potere di firmare accordi e sanziona ogni azione di contrasto all’accordo impedendo ai lavoratori di opporsi. In alternativa all’accordo truffa i lavoratori devono eleggere in modo democratico i propri rappresentanti aziendali, decidere sulle piattaforme e sugli accordi, esercitare il diritto di opinione e di sciopero, praticare il diritto di assemblea durante e fuori l’orario di lavoro.

Manifestazione

Milano L.go Cairoli ore 9,30

Confederazione Unitaria di Base

 

Gallarate, 2 ottobre 2015

A TUTTI GLI ISCRITTI

Carissimo iscritto ad A.L.Cobas-Cub,

con piacere ti invitiamo a partecipare al Congresso della tua Organizzazione Sindacale dell’A.L.Cobas-Cub, che si terrà sabato 10 Ottobre 2015, presso la sede in via Pasubio, 8 Gallarate (Va).

Inizio ore 9.00

Conclusione ore 13.30

La tua partecipazione è importante.

Dobbiamo insieme decidere l’entità e gli obbiettivi nel prossimo futuro.

Il Congresso è un momento importante a cui non puoi mancare, contiamo sulla tua partecipazione.

Ti aspettiamo con affetto.

Per permetterci di organizzarci al meglio è gradita la conferma della tua partecipazione.

A.L.Cobas- Cub

Antonio Ferrari

 

VENERDI’ 27 MARZO 2015

E’CONVOCATO

ATTIVO DEI DELEGATI

DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 18.00

VIA PASUBIO, 8

ORDINE DEL GIORNO

“ Contrastare l’attacco delle politiche governative”

-       Prossime iniziative

-       Nuove normative nell’ambito del lavoro

-       Congresso CUB

SI CHIEDE LA MASSIMA PARTECIPAZIONE!

 

SCUOLA PUBBLICA: 10388  LICENZIAMENTI

TRA LE LAVORATRICI ADDETTE AL SERVIZIO DI PULIZIA

8 MARZO: DONNE SACRIFICATE IN NOME DELLA CRISI

Il governo Renzusconi – Confindustria con la complicità di Cgil-Cisl-Uil, nonostante i proclami elettorali, ha ridotto i finanziamenti alle scuole pubbliche.

Si sono inventati il programma #scuolebelle per gettare fumo negli occhi dei cittadini e con la scusa di fare vedere qua e la qualche piccolo restauro nelle ormai cadenti scuole pubbliche, hanno spostato i finanziamenti dai servizi di pulizie ai lavori di manutenzione.

Le 24.000 addette ai servizi di pulizia (in gran parte donne con contratti part-time), si sono trovate quindi con un pesante taglio di ore dedicate alle pulizie e costrette a spostarsi da una scuola all’altra per poter recuperare qualche ora improvvisandosi imbianchine e restauratrici con notevoli disagi personali e l’impossibilità di garantire un livello di pulizia degli istituti scolastici pubblici! Tutto questo grazie ai professionisti della “concertazione sindacale” (i sindacati confederali), che hanno sottoscritto con padroni e governo un accordo peggiorativo e con la deroga delle tutele previste dal contratto nazionale!

E come se non bastasse il 15 gennaio 2015 l’insieme di Cooperative, il MIUR e CGIL, CISL, UIL, in gran silenzio hanno sottoscritto la mobilità senza indennizzo (licenziamento) per 10.388 lavoratrici su circa 24.000.

Mentre a chiacchiere si dice che la scuola pubblica è da valorizzare, nei fatti si sta distruggendo, nel complice silenzio di tutti.

E’ UNA VERGOGNA!

E’ ORA DI DIRE BASTA! NOI NON CI STIAMO!

Per la garanzia di un posto di lavoro dignitoso!

Per l’aumento dei livello qualitativi della scuola pubblica!

SCIOPERO DELLE ADDETTE SERVIZI DI PULIZIA

(APPALTI STORICI)  DELLE SCUOLE PUBBLICHE di VARESE-MILANO-PAVIA

VENERDI’ 6 MARZO 2015 – INTERA GIORNATA

PRESIDIO  DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 12.30

A MILANO SEDE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA

VIA POLA,11

ALCOBAS-CUB VARESE

 

LAVORO, PANE, DIGNITA’

Unificare le lotte, costruire un fronte unico di lavoratori, studenti, precari, disoccupati e migranti.

Contro la politica economica del Governo Renzi

SCIOPERO GENERALE

14 novembre - intera giornata - lavoratori privato e pubblici

Il governo vende un piano per il lavoro che non avrà effetti sul piano occupazionale ma produrrà solo più precarietà e cancellerà le residue tutele.  In contemporanea, la legge di stabilita 2015 taglia di 15 miliardi di spesa pubblica riducendo ancor più occupazione, servizi e redditi dei ceti popolari.

Il governo realizza invece il sogno dei padroni: lavoratori sempre più asserviti e meno tasse; questa volta si vedono cancellati i contributi per tre anni ai  nuovi assunti e ridotta di 6,5 miliardi l’irap.

La disoccupazione è e resterà alta e altissima quella giovanile, perché è in crisi il modello di sviluppo basato sugli interessi del capitale, e perché gli investimenti pubblici da tempo sono in caduta libera.

Per un lavoro stabile e tutelato servono ingenti risorse pubbliche disponibili se si sospende il pagamento degli interessi sul debito pubblico per due anni a banche ed assicurazioni,  si istituisce una patrimoniale sulle grandi ricchezze, si eliminano le spese militari e quelle per le grandi opere inutili.

Occupazione e redditi crescono se tali miliardi vengono utilizzati per:

a) la bonifica dei siti inquinati, la messa in sicurezza del territorio, il risparmio energetico; ridistribuire il lavoro cominciando col ridurre di 4 ore l’orario settimanale di lavoro per creare un milione di posti subito

b) aumentare salari e pensioni e per tutti un reddito garantito di 1000 €/mese,

c) garantire il diritto universale alla salute, alla cura senza tickets, all’abitare e allo studio

Lavoro per tutti, aumento del reddito e democrazia sindacale; no al monopolio di Cgil-cisl-uil, elezione democratica dei delegati aziendali, contrasto alle discriminazioni, uguaglianza per i migranti, difesa del diritto di sciopero.

Manifestazioni nelle principali città - Milano L.go Cairoli ore 9,30

Ottobre 2014

A.L.COBAS-CUB

PER PRENOTAZIONI

Gallarate, Via Pasubio, 8

Tel.0331/076413-0331/772337

e mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

LE SCUOLE PUBBLICHE ITALIANE

DISSANGUATE

DALLE BALLE DI RENZI

La propaganda elettorale di Renzi che avrebbe ristrutturato tutte le scuole pubbliche sul territorio italiano si sta rivelando una beffa.

Il servizio di pulizia, era stato già penalizzato nel passato con tagli continui. Oggi si scopre che i soldi per ristrutturare le scuole (imbiancatura, manutenzione finestre ecc.) del così detto “Scuole belle” vengono sottratti dai fondi per il servizio di pulizia.

Risultato: il lavoro di ristrutturazione dovrebbero farlo le donne addette al servizio di pulizia e custodia a condizioni disumane, eliminando quasi del tutto la pulizia delle scuole.

Già si vedono  i primi risultati:

tutte le scuole dove è stato ridotto fortemente il servizio, già a partire da qualche giorno, sono in uno stato indecente.

E’ per questo che le addette al servizio a partire dal 10 ottobre giornata di sciopero nazionale, promuoveranno una serie di iniziative contro il degrado della scuola pubblica, per il posto di lavoro, a salvaguardia anche sul piano dell’igiene, di una scuola pubblica che garantisca agli studenti, ai docenti, un ambiente civile.

10 OTTOBRE

SCIOPERO PER L’INTERA GIORNATA

E

PRESIDIO DAVANTI AL PROVVEDITORATO DI VARESE DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 13.00

 

Venerdì 7 febbraio ore 15.00
è convocato
ATTIVO DELEGATI
presso la sede
A.L.Cobas-Cub
Via Pasubio, 8 Gallarate.

 

 

Varese -

L’accanimento contro la scuola pubblica e le lavoratrici addette

al servizio di pulizia non si è fermato neanche durante

le feste natalizie.

27.12.2013, le lavoratrici sono state convocate con un  telegramma, dalla cooperativa Manutencoop di Bologna presso l’ufficio della Manpower di Varese.

Le lavoratrici non hanno ricevuto ad oggi la 13/a mensilità e l’azienda uscente, la Nord Servizi Srl di Milano, annuncia di non pagare a breve.
La Manutencoop, azienda subentrante, ha intimato di firmare le assunzioni con avvio dal 1° gennaio 2014, ma con un taglio delle ore fino al 60%.

Senza confronto con questa O.S. pur essendo stata invitata più volte.

Le lavoratrici, che si apprestano a mettere in campo iniziative di lotta, si sono rifiutate di firmare alle condizioni imposte dalla Manutencoop (dimezzamento dell’orario di lavoro, estensione oraria su 7 giorni secondo esigenze dell’azienda).
6 lavoratrici della provincia di Varese più 25 di Cologno Monzese non figurano tra quelle da assumere.
Domani mattina alle ore 10.00 presso l’ufficio della Manpower di Varese in via Cavour, 36, ci sarà un incontro tra questa O.S., le delegate sindacali e la Manutencoop,.

L’esito dell’incontro potrebbe portare a chiarimenti oppure a forti iniziative di lotta.
Mentre scriviamo si aggiungono alla lotta delle lavoratrici di Varese, lavoratrici di Rho e di Cologno Monzese che si trovano nelle stesse condizioni.

Gallarate, 27.12.2013


A.L.Cobas - CUB

 

Operaio licenziato dalla Fiat si barrica sul tetto del tribunale

Un ex operaio Fiat, Mimmo Mignano, operaio licenziato dall'azienda sei anni fa, ha protestato contro l’inefficienza della macchina della giustizia locale, che ritarda i tempi di discussione del suo caso.

 

5 e 6 Luglio 2013  A.L.COBAS-CUB -VIA PASUBIO, 8-GALLARATE 

2° Festa di base

Confronti, grigliata dell’unione dei popoli  e tanta tanta musica!  E ancora: banchetto di tatoo tradizionali del Marocco, il banchetto delle torte, apertura “Spazio solidale”, “Young Fest “musica con Dj Set e tante altre sorprese!

  PROGRAMMA                                

 VENERDI’ 05.07.2013           ORE 10.00                     Apertura  “Spazio solidale”

                                                 ORE 16.30                    “Young Fest”-  Musica con  DJ Set.

         Buffet, analcolici e birra in quantità fino alle 19.30                                                

                             

SABATO 06.07.2013          ORE  12.00     Grigliata dell’Unione dei Popoli con carne halal.

                                            ORE 16.00       Assemblea di tutti i lavoratori, delegati, comunità straniere, autoctone, per la dignità di tutti gli uomini e di tutte le donne.

                                            ORE 18.30       Rinfresco con torte artigianali  per tutti.

                                            ORE  21.00      Mix di musica dal vivo. 


A.L.Cobas-Cub-Via Pasubio, 8-21013 Gallarate (Va) – Tel. 0331/076413-0331/772337-Fax 0331/1832254   E-Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

ESSERE LIBERI, ROMPIAMO LE CATENE!

Per indebolire tutta la classe lavoratrice gli immigrati rappresentano il bersaglio più facile.

Contro: il pacchetto sicurezza di Maroni, le leggi segregazioniste, i centri detenzione temporanea, la Legge 30 e la sanatoria truffa 

PREAPRIAMO LA MANIFESTAZIONE DEL 15 GIUGNO CONTRO LA SCHIAVITU’ MODERNA    

SABATO 8 GIUGNO ALLE ORE 15.00
ASSEMBLEA DEI MIGRANTI
Presso la sede A.L.Cobas-Cub   VIA PASUBIO, 8 –GALLARATE

1. Abolizione della tassa sui permessi di soggiorno.
2.  Diritto di cittadinanza per chi nasce o cresce in Italia.
3. Unificazione dei contributi previdenziali presso il paese di provenienza, in alternativa versare al lavoratore i contributi.
4. Aumento della durata del permesso di soggiorno, per chi perde il lavoro.
5. Celere accettazione dei permessi di soggiorno.
6. Garantire il diritto di asilo ai rifugiati politici.
7. Basta respingimenti in mare e accordi di espulsione.
8. Diritti sociali, civili e culturali per i migranti.
9. Diritto di voto a chi è in Italia da 5 anni. 

    LA LOTTA DEI LAVORATORI IMMIGRATI E’ LANOSTRA LOTTA!

     A.L. Cobas-Cub

 

24 MAGGIO 2013 
VIA PASUBIO, 8 GALLARATE
DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.30
ATTIVO DEI DELEGATI

Ordine dl giorno:

- Contesto politico e situazione generale del mondo del lavoro con vertenze aperte sul territorio, in vari settori (vedi Malpensa, imprese di pulizia, servizi in genere, Pubblico Impiego ecc.)
-  Rapporti tra le OO.SS. nello specifico sul territorio
- La necessità di un’azione più responsabile da parte dei delegati e di tutta la nostra O.S. sia sul piano organizzativo che su azioni sindacali.

Vista l’importanza degli argomenti si richiede la presenza di tutti i delegati e le delegate.

 ALCOBAS-CUB

 

DOPO GLI INCIUCI POLITICI, QUELLI SINDACALI E PADRONALI

“Il direttivo nazionale della CGIL ha dato via libera, alla stipula del patto sulla rappresentanza.

2013-04-24 accordo Cgil Cisl Uil confind.pdf

2011-06-28 accordo interc confindustria cgil cisl uil.pdf

 

GIORNALINO ALCOBAS-CUB MARZO 2013

 Copertina Notiziario di Base marzo 2013.pdf

2 Notiziario di Base  LA SEA HANDLING RISCHIA IL FALLIMENTO.pdf

3 Notiziario di base.pdf

notizie/3 Notiziario di base.pdf

 

25 APRILE 2013

ORA PIU’CHE MAI E’NECESSARIA LA “LIBERAZIONE”

 

-Dai responsabili della miseria di milioni di persone.

-Da un parlamento attaccato ai privilegi mentre i lavoratori e le lavoratrici che ne hanno sempre pagato le conseguenze faticano a sopravvivere.

-Dalle tante cose che in questo Paese continuano ad arricchirsi impunemente offendendo la dignità di milioni di sfruttati.

Ai cavalieri del lavoro nominati dallo Stato, contrapponiamo i partigiani di oggi.

 

“ORA E’ SEMPPRE RESISTENZA”

 

Tutti a proprio modo in piazza per il 25 Aprile giornata della Liberazione!

Con lo stesso vigore il 1° Maggio celebriamo la festa dei lavoratori con una grande manifestazione a Milano, contro la macelleria sociale, per il lavoro, costruiamo lo tsunami che spazzi via le politiche di protezione dei finanzieri, burocrati e straricchi.

 

AlCobas-cub Varese

 

Venerdì 5 aprile alle ore 16.00 in via Pasubio, 8 a Gallarate

Riunione dei delegati e attivisti di tutte le categorie dell’A.L.Cobas-Cub in preparazione dello sciopero del 19.04.2013 che coinvolgerà gli interi sedimi aeroportuali di Linate e Malpensa, con le cooperative e società del commercio.

Sciopero contro l’attacco indiscriminato alla condizioni di lavoro, che vede coinvolti tutti i lavoratori a partire da quelli di Sea, con un piano aziendale che vede il licenziamento del 30% dei dipendenti e la riduzione dei salari del 10%.
Una giornata di lotta che a partire dal problema occupazionale di Malpensa coinvolga tutti i lavoratori e le lavoratrici del territorio.

 

GIORNALINO ALCOBAS-CUB

Copertina giornalino febbraio 2013 1.pdf

Giornalino febbraio 2013.pdf

 

 

8 MARZO
Ricordare…incoraggiare alla lotta


A.L.Cobas-Cub organizza in via Pasubio, 8 -Gallarate
la
GIORNATA DELLE DONNE


Le attiviste, le delegate e i lavoratori
dell’Associazione Lavoratori Comitati di Base organizzano  venerdi’ 8 marzo un modo vero di ricordare le 104 lavoratrici arse vive mentre erano sul posto di lavoro.
In ricordo dello sfruttamento feroce che ha causato  la  loro morte è stata istituita la giornata dell’8 Marzo, che oggi si è trasformata in un giorno all’insegna del qualunquismo, mentre  ancora troppe donne continuano ad essere vittime di maltrattamenti e violenze, nella società e sul posto di lavoro.

PROGRAMMA


Ore 15.00      Attivo delegati e attivisti.
Tra i punti all’ordine del giorno
la condizione della donna nel lavoro, oggi

Ore 17.00      Proclamazione e riconoscimento
alla donna che si è distinta nella lotta
nell’anno 2012

Ore 17.30      Consumazione delle torte preparate
per l’occasione.
Musica e … arrivederci alle prossime imminenti lotte.

 
Altri articoli...