Airport-Sea:

GLI ACCORDI DEL GIUGNO 2014

NON HANNO NESSUN VALORE!

Oggi  presso l’ Associazione Avvocati di Milano, si è tenuto il tentativo di conciliazione, presentato dalla Cub Trasporti della Lombardia, nei confronti di:

  • ROCCO UNGARO segretario regionale Filt-Cgil
  • GIOVANNI ABIMALECH segretario regionale Fit-Cisl
  • ENORE FACCHINI segretario regionale Uil Trasporti
  • ANTONIO DEL PRETE segretario regionale UGL ta
  • ANDREA ORLANDO segretario regionale FLAI ts
  • ALESSANDRO GEMMA segretario regionale SinPa
  • ALDINO PIGNATARO segretario regionale Usb lp

Cub Trasporti si è presentata, mentre tutti i responsabili dei sindacati firmatari degli accordi del giugno 2014, non si sono presentati e neppure hanno avuto il buongusto di far sapere qualcosa al Conciliatore.

SI NEGANO E SCAPPANO!

Ci troviamo quindi di fronte a responsabili sindacali, con cariche anche a livello nazionale, che per la quarta volta, si negano e non vogliono esibire le firme dei lavoratori ex Sea Handling, che a loro dire, nel luglio 2014 hanno sottoscritto una petizione che li autorizzava a nome di tutti i lavoratori, a confermare la validità degli accordi bocciati dal referendum.

La cub trasporti, a fonte dell’irresponsabile atteggiamento di personaggi sindacali, che per il loro ruolo pubblico, dovrebbero rendere pubblico il loro operato,  soprattutto a fronte di sottoscrizioni di accordi che negano diritti e salario a i lavoratori, procederà quindi ad attivare tutte le iniziative del caso.

La cub trasporti, ritiene responsabili di questa situazione, anche i vertici aziendali, che senza verificare il reale mandato dei lavoratori, hanno accettato la sigla degli accordi del giugno 2014, pur di togliere diritti e salario ai lavoratori di Linate e Malpensa.

8/2/2016

Cub Trasporti