AHLA: accordi, vertenze e volantini

CARGO MALPENSA:

UN’ALHA IN PIU’ PER MALPENSA

All’incontro in Enac del 15 marzo, per discutere a seguito del grave incidente avvenuto al Cargo, della situazione relativa alla sicurezza lavorativa, il responsabile di Alha oltre a dichiarare che le norme di sicurezza erano rigorosamente rispettate, ebbe a sintetizzare sull’infortunio ad un camionista, come un fatto normale che può succedere.

Peccato però che lo stesso responsabile di Alha, si è dimenticato di dire che solo due giorni dopo l’incidente del 25 febbraio, la società con un comunicato aveva finalmente predisposto precise disposizioni a tutti gli esterni operanti presso le ribalte di Alha. Tutto ciò a dimostrazione della trascuratezza sulle norme antinfortunistiche esistenti nel cantiere.

Leggi tutto...

 

2010-9-23 accordo alha.pdf

 

ALHA INTERVIENE SUL COMUNICATO

"I MODERNI CAPORALI DI MALPENSA"

pubblichiamo il comunicato di alha apparso su varesenews

Malpensa
Alha Airport: "Abbiamo sempre agito nel rispetto dei diritti dei lavoratori"
La società di handling che opera in aeroporto replica alle accuse del sindacato Cub Trasporti: "Difenderemo il nostro buon nome in tutte le sedi"
In riferimento all’articolo pubblicato da VareseNews in data 18 maggio, la società Alha Airport Spa intende precisare quanto segue.
 
Nel citato articolo la società Alha Airport Spa, secondo le affermazioni del Cub Trasporti, sarebbe rea di aver di fatto “negato” al suddetto sindacato “qualsiasi informazione utile a contrastare le prevaricazioni delle cooperative da lei utilizzate..”
 
Preme nuovamente ribadire che la società Alha Airport Spa ha sempre operato e continua a farlo nel rispetto dei diritti di tutti i lavoratori, tanto i propri tanto quelli delle cooperative di cui si serve.
 
Non solo, quindi, non corrisponde al vero l’affermazione di un comportamento “ostruzionistico” della società Alha Airport Spa che vorremmo precisare non è a conoscenza dei rapporti tra la propria cooperativa appaltatrice ed i suoi dipendenti e che apprende in questa sede, ma è assolutamente offensivo del buon nome della sottoscritta che troppo spesso, gratuitamente e senza nessuna giustificazione, viene coinvolta in vicende a cui è assolutamente estranea.
 
Buon nome che, vogliamo ribadire, non ci stancheremo mai di difendere, laddove ve ne siano le condizioni, con gli strumenti giuridici che la legge ci consente di utilizzare.
21/05/2010 varesenews

 

2009-01-09 verbale alha cig.pdf

 

2008-10-01 acc alha.PDF

 
Altri articoli...